iproxy_strutture del ceis 049.jpg

Comunità di orientamento

La Comunità di Orientamento è il primo contatto tra il giovane in difficoltà e il Programma Terapeutico. Mediante una serie di interventi e colloqui socio-comportamentali, psicologici, psichiatrici e medici, in questa fase viene formulata per ogni persona una proposta educativa ed un piano terapeutico, sia per problemi inerenti la tossicodipendenza sia per problemi legati alla possibilità di una doppia diagnosi.

L’equipe di operatori del CeIS in collaborazione con il SERT di Viterbo, formulano un contratto con il diretto interessato e coinvolgono le famiglie nell’iter terapeutico/educativo.

Il trattamento prevede :

Residenzialità presso la Comunità e la partecipazione alle attività ergo e psico-terapiche.
Disassuefazione (scalaggio) da farmaci agonisti sostitutivi (metadone ecc.).
Consulenza giornalilera con i medici del Ser.T. di Viterbo.
Collaborazione con specialisti per urgenze mediche.
Consulenza psicologica e/o psichiatrica individuale.
Rapporti con le famiglie su richiesta dell’utente.

Disintossicazione Protetta

Da qualche anno presso il Centro di Orentamento “la Palanzana” è attivo un servizio rivolto a coloro che vogliono affrontare lo scalaggio del Metadone, Alcover, Subuxone in regime protetto garantito dalle presenza di personale qualificato operante nella struttura 24h/24h e con l’ausilio dei medici del Ser.T.

Terminata questa fase la persona potrà scegliere di continuare un percorso terapeutico-riabilitativo, finalizzato all’approfondimento delle problematiche personali attraverso:

Progettazione personalizzata di percorsi terapeutici/educativi per migliorare la qualità di vita.
Inserimento in gruppi di auto-mutuo-aiuto a carattere ambulatoriale.
Supporto psico-terapeutico ambulatoriale.
Inserimento in una Comunità tradizionale ispirata alla filosofia di “Progetto Uomo”.
Supporto alle famiglie con l’attuazione di incontri terapeutici individuali e/o di gruppo.